Ignora comandi barra multifunzione
Torna a contenuto principale
Questo sito usa i cookies per darti una migliore esperienza nella navigazione. Continuando accetti la nostraCookie PolicyOk

Fondo Pensione FNM

ANTICIPAZIONI

E' possibile richiedere un'anticipazione della propria posizione individuale accumulata presso il Fondo Pensione FNM laddove ricorrano le seguenti situazioni di particolare rilievo:

  1. spese sanitarie straordinarie,

  2. acquisto o interventi edilizi relativi alla prima casa di abitazione, propria o dei figli,

  3. altre personali esigenze.

Va però considerato che le somme percepite a titolo di anticipazione, oltre a subire una tassazione maggiore, riducono la posizione individuale e, conseguentemente, le prestazioni che potranno essere erogate successivamente. In qualsiasi momento tuttavia è possibile reintegrare le somme percepite a titolo di anticipazione effettuando versamenti aggiuntivi al Fondo Pensione FNM.

 

RISCATTO

Le prestazioni pensionistiche possono essere erogate dal momento in cui si maturano i requisiti di pensionamento previsti dalla normativa vigente, a condizione che l'Iscritto sia stato iscritto a forme pensionistiche complementari per almeno cinque anni. E' possibile percepire la prestazione in forma di rendita (pensione complementare) o in capitale, nel rispetto dei limiti fissati dalla legge.

Secondo quanto previsto dal D.Lgs 252/2005, in presenza di situazioni di particolare delicatezza e rilevanza attinenti alla vita lavorativa dell'Iscritto, è possibile inoltre riscattare, in tutto o in parte, la posizione maturata, indipendentemente dagli anni che ancora mancano al raggiungimento della pensione. Il riscatto parziale della posizione può essere esercitato una sola volta in relazione allo stesso rapporto di lavoro.

Al momento del pensionamento, sarà possibile scegliere di percepire in forma di capitale fino ad un importo pari al 50% della posizione individuale maturata. Per effetto di tale scelta, sarà possibile godere della immediata disponibilità di una somma di denaro (il capitale, appunto), ma l'importo della pensione complementare che sarà erogata nel tempo sarà più basso di quello che sarebbe spettato se non si fosse ritirato il capitale. In alcuni casi (soggetti iscritti a forme pensionistiche complementari da data antecedente al 29 aprile 1993 o soggetti che abbiano maturato una posizione individuale finale particolarmente contenuta) è possibile percepire la prestazione in forma di capitale per l'intero ammontare.

Dal momento del pensionamento e per tutta la durata della vita, verrà erogata una pensione complementare ("rendita"), cioè verrà pagata periodicamente una somma calcolata in base al capitale accumulato ed all'età dell'Iscritto al momento del pensionamento. Difatti la rendita viene determinata tenendo conto dell'andamento demografico della popolazione italiana ed è differenziata per età e per sesso.

In sintesi, quanto maggiori saranno i contributi versati con il relativo rendimento maturato e/o l'età al pensionamento, tanto maggiore sarà l'importo della pensione complementare.

PROCEDURE DI RISCATTO e MODULO DI LIQUIDAZIONE


 

 

PRESTAZIONE IN CASO DI PREMORIENZA

In caso di decesso prima dell'esercizio del diritto alla prestazione pensionistica, la posizione individuale accumulata presso il Fondo Pensione FNM sarà riscattata dai diversi beneficiari dallo stesso desiganti, siano essi persone fisiche o giuridiche ovvero dagli eredi. In mancanza di tali soggetti la posizione individuale resta acquisita al Fondo Pensione FNM.

Con l'esercizio del diritto alla prestazione pensionistica, il Fondo Pensione FNM offre la possibilità di assicurare, in caso di devesso del Socio, l'erogazione di una pensione complementare ai beneficiari designati, per un periodo definitio (5 o 10 anni) avendo scelto la rendita certa oppure vitalizia per una persona, avendo sottoscritto una rendita "reversibile" all'atto dell'erogazione della prestazione.

A migliore tutela dell'Iscritto la convenzione assicurativa prevede, a seguito della morte del titolare della prestazione pensionistica, la restituzione ai beneficiari dallo stesso indicati del montante residuo.

PROCEDURE DI RISCATTO e MODULO DI LIQUIDAZIONE

 

TRASFERIMENTO

E' possibile trasferire liberamente la propria posizione individuale da Fondo Pensione FNM ad un'altra forma pensionistica complementare, alla sola condizione che siano trascorsi almeno due anni dall'adesione a Fondo Pensione FNM. Prima di questo termine, il trasferimento è possibile soltanto in caso di vicende che interessino la propria situazione lavorativa.

E' altresì possibile chiedere il trasferimento in entrata verso Fondo Pensione FNM da altre posizioni pensionistica complementari.

E' importante sapere che il trasferimento consente di proseguire il piano previdenziale presso un'altra forma pensionistica complementare senza soluzione di continuità e che l'operazione non è soggetta a tassazione.

 MODULO DI TRASFERIMENTO IN ENTRATA

MODULO DI TRASFERIMENTO IN USCITA